La cistite

Diagnosi

La diagnosi della cistite avviene a partire dall’analisi dei sintomi a cui può far seguito un approfondimento tramite un esame specifico delle urine: l’urinocoltura.

 

L’urinocoltura permette di rilevare, a partire da un campione di urina, la presenza di batteri nelle urine e di conoscerne la tipologia al fine di determinare una terapia mirata.

Quando non è possibile rivolgersi immediatamente al proprio medico di riferimento, un test con gli stick urine può venire in soccorso.

 

Si tratta di piccole strisce che, messe a contatto con le urine, sono in grado di segnalare la presenza o meno di batteri attraverso variazioni di colore.

Cause

Nella maggior parte dei casi la cistite deriva da un’infezione alle vie urinarie causata dalla presenza di batteri intestinali (Escherichia Coli, Klebsiella, Shigella, Salmonella, Proteus Mirabilis, ecc…).

 

Generalmente, questi batteri risalgono dai genitali esterni alla vescica attraverso l’uretra (il condotto da cui fuoriesce l’urina). In altri casi, i batteri giungono nella vescica attraverso i reni o tramite la circolazione del sangue.

 

Una volta invasa la vescica, i batteri si riproducono a scapito della mucosa vescicale.

Prevenzione
  • Idratati adeguatamente per favorire la diuresi
  • Riduci i cibi infiammanti quali zuccheri, grassi saturi, bevande gassate, insaccati, fritti, salse, pietanze piccanti, caffeina o teina
  • Fai attenzione alla regolarità intestinale
  • Non trattenere troppo a lungo le urine
  • Utilizza biancheria intima in cotone
  • Pratica un’igiene intima delicata evitando detergenti aggressivi
  • Utilizza sempre asciugamani personali e disinfettali ad alte temperature

Ricevi GRATIS la grande guida alla cistite, la guida scritta da Lorenza pensata per le donne che soffrono di cistite ricorrente.

close

Stai per ricevere GRATIS la grande guida alla cistite, la guida pensata per le donne che soffrono di cistite ricorrente o cronica. Inserisci i tuoi dati e ricevila subito.