Sport ed esercizi per il pavimento pelvico: come possono aiutarti contro la cistite?

Benessere 25 June 2019

Sport ed esercizi per il pavimento pelvico: come possono aiutarti contro la cistite?

È risaputo che l’attività fisica in generale fa bene alla salute e migliora le nostre difese immunitarie.

 

Ma fare sport fa bene a chi soffre di cistite?

 

La risposta è: dipende!

 

Da cosa?

 

In precedenza, abbiamo visto due condizioni che predispongono all’insorgere della cistite:

  • Un pavimento pelvico debole può portare ad un prolasso vescicale. Questo può impedirci di espellere totalmente l’urina che, ristagnando, permette ai batteri di proliferare.
  • Una contrattura del pavimento pelvico porta ad avere uno stato di rigidità che comporta rapporti sessuali dolorosi, esponendoci al rischio di cistite post-coitale. Inoltre, non ci permette di espellere totalmente le feci che, ristagnando, permettono ai batteri di proliferare.

 

È chiaro che a seconda dello stato della nostra muscolatura pelvica dovremo andare a rinforzare o a rilassare i muscoli.

 

Fai attenzione!

 

Un certo tipo di attività fisica, a seconda della nostra condizione, può avere effetti benefici oppure aggravare la situazione.

 

Se non sai in che stato è la tua muscolatura pelvica, il nostro consiglio è di rivolgerti prima al tuo ginecologo che, con una visita uroginecologica, saprà stabilire le condizioni del pavimento pelvico.

 

Pavimento pelvico debole: esercizi rinforzanti

 

Se la nostra muscolatura pelvica è debole, dobbiamo focalizzarci sul rinforzare ed aumentare il tono muscolare. Il nostro consiglio è di praticare ginnastica dolce e gli esercizi di kegel.

  1. Ginnastica dolce

In caso di pavimento pelvico debole, esercizi di ginnastica dolce (come Yoga e Pilates) ci permettono di:

  • rafforzare il tono muscolare del pavimento pelvico (in particolare il muscolo elevatore dell’ano), andando a contrastare un eventuale prolasso vescicale e ripristinando le funzionalità della vescica;
  • aumentare la circolazione sanguigna a livello pelvico, migliorando il tono del tessuto urinario e genitale;
  • migliorare le difese immunitarie, rilassandoci e combattendo lo stress;
  1. Esercizi di Kegel tradizionali

Gli esercizi di Kegel prendono il nome del loro ideatore, il ginecologo Arnold Kegel.

 

Consistono nel contrarre e rilassare, secondo precise modalità e sequenze, i muscoli del pavimento pelvico.

 

Come si fa a controllare dei muscoli di cui, fino a poco fa, non sapevi l’esistenza?

 

In realtà è molto facile.

 

Per individuare questi muscoli ti basta interrompere il getto d’urina mentre fai pipì.

 

Una volta individuato, puoi farli in qualsiasi circostanza e momento della giornata.

 

Come? Te lo spiego subito:

  1. Svuota completamente la vescica
  2. Stringi i muscoli del pavimento pelvico e mantienili contratti per 5 secondi
  3. Rilassa completamente i muscoli per 10 secondi
  4. Fai tre serie al giorno (mattina, pomeriggio e sera) di tre ripetizioni ciascuna
  5. Piano piano puoi aumentare il numero di ripetizioni da 3 a 10, mantenendo uguale il numero di serie

La maggior parte delle persone nota un miglioramento dopo 4-6 settimane.

Ora non ti resta che iniziare ad esercitarti 😊

 

Contrattura del pavimento pelvico: esercizi rilassanti

 

Se la muscolatura del pavimento pelvico è contratta, dobbiamo focalizzarci sul rilassare e distendere i nostri muscoli pelvici. Il nostro consiglio è di praticare gli esercizi di Kegel Reverse. 

  1. Esercizi di Kegel Reverse

Gli esercizi di Kegel Reverse hanno lo scopo di rilassare la muscolatura pelvica.

Se non sai controllare questi muscoli, ti basta interrompi il getto d’urina mentre fai pipì (contraendo la muscolatura pelvica)

Al contrario del Kegel base, negli esercizi non andremo a contrarre ulteriormente il pavimento pelvico, ma a rilassarlo           .

Ecco come:

  1. Svuota completamente la vescica
  2. Stringi i muscoli del pavimento pelvico e mantienili contratti per 2 secondi
  3. Rilassa completamente i muscoli per 20 secondi
  4. Fai tre serie al giorno (mattina, pomeriggio e sera) di tre ripetizioni ciascuna
  5. Piano piano puoi aumentare il numero di ripetizioni da 3 a 10, mantenendo uguale il numero di serie

 

Fammi sapere come vanno i tuoi esercizi!

 

font-firma

Acconsento al trattamento dei dati personali al senso del D. Lgs. 196/2003, all’art. 13 GDPR 679/16
Iscriviti ora per ricevere GRATIS la Guida alla Cistite (by Lorenza), accesso al gruppo (chiuso) delle ragazze Dimann e altri contenuti premium via email.
Niente spam, è una promessa.

Negli ultimi anni abbiamo aiutato molte donne a ritrovare il proprio benessere
Iscriviti ora per ricevere GRATIS la Guida alla Cistite scritta da Lorenza, accesso al gruppo (chiuso) delle ragazze Dimann e altri contenuti premium via email.
Niente spam, è una promessa.