Escherichia Coli: il nemico numero uno nelle cistiti batteriche

Magazine 20 February 2020

Escherichia Coli: il nemico numero uno nelle cistiti batteriche

  1. Escherichia Coli: è davvero così dannoso?
  2. I 4 straordinari compiti che il tuo corpo assegna all’Escherichia Coli
  3. Escherichia Coli in vescica: un ospite indesiderato
  4. Escherichia Coli: il rimedio per sconfiggerlo

 

 

Cara amica,

 

non c’è giorno in cui io non ce l’abbia in testa.

 

Quando mi siedo alla scrivania per parlare con le tantissime donne che mi contattano quotidianamente è sempre l’argomento più gettonato.

 

L’Escherichia Coli monopolizza quasi tutte le conversazioni (posso confermarti con certezza che è la causa dell’80% delle cistiti batteriche).

 

Oggi voglio svelarti tutti i segreti che si celano dietro questo batterio.

 

Ma, soprattutto, voglio farti conoscere il rimedio dal quale nemmeno questo acerrimo nemico della vescica può sfuggire.

 

 

 

Escherichia Coli: è davvero così dannoso?

 

Una vita senza Escherichia Coli?

Scommetto che la risposta che ti è venuta immediatamente in testa è “magari”.
Sbaglio?

 

La verità è che l’Escherichia Coli è fondamentale per la nostra salute.
Hai capito bene: fondamentale.

 

Quando l’Escherichia Coli sta dove deve stare (nell’intestino) non può che essere un tuo alleato.

 

Lascia che ti spieghi il perché.

 

L’Escherichia Coli è un enterobattere (entero= intestino) perché risiede nel tuo intestino.

 

Cosa ci sta a fare?

 

Lavora per Te.

 

 

 

I 4 straordinari compiti che il tuo corpo assegna all’Escherichia Coli

 

Lo so, non ancora riesci a notare alcunché di straordinario in tutto questo discorso.

 

Ma se ti dicessi che:

  1. L’escherichia Coli protegge il tuo intestino dai microbi patogeni.
  2. L’Escherichia Coli contribuisce alla produzione di vitamina B1,B2,B6,B12 e K, acido pantotenico, acido nicotinico, acido folico e biotina.

    Tutti nomi belli…Ma a cosa servono?
    Sono elementi essenziali a garantire una buona digestione, mantenere in salute la pelle e le mucose, mantenere una corretta funzionalità del sistema nervoso, delle proteine e della coagulazione del sangue.E, male non fa, sono degli antiossidanti (rallentano l’invecchiamento delle cellule del tuo corpo).
  3. L’Escherichia Coli ti aiuta a digerire correttamente.
  4. L’Escherichia Coli fermenta gli zuccheri: aiuta a liberare l’energia contenuta nel glucosio.

Avevi idea di tutto questo?

 

Forse forse non è così male questo Escherichia Coli.

 

 

Escherichia Coli nella vescica: un ospite indesiderato

 

Se l’intestino contiene colonie su colonie di batteri, la vescica non è fatta per ospitare batteri.

 

Come ti avevo anticipato, finché l’Escherichia Coli resta nell’ambiente dove è previsto che stia, non c’è nulla di cui preoccuparsi.

 

La verità è che esistono dei meccanismi che portano questo batterio ad entrare in vescica.

E qui iniziano i guai.

 

Come mai L’Escherichia Coli è la principale causa di cistite batterica?

  1. Abita nel nostro intestino ed è la specie di batterio più diffusa al suo interno;
  2. È un batterio forte e con grandi capacità difensive.

Rispetto a questo secondo punto, non è raro che, dopo varie cistiti da Escherichia Coli, gli antibiotici diventino sempre meno efficaci.

 

Se pensi di far parte della “fantastica” cerchia di chi non trova più pace nemmeno con gli antibiotici, non perdere tempo e raccontami la tua storia.

 

L’escherichia Coli si difende tramite:

  • Antigene O, lo strato più superficiale della “corazza protettiva” di questo batterio;
  • Antigene K, una sorta di capsula che lascia passare inosservato questo batterio agli anticorpi e ai fagociti (che lo andrebbero a “inghiottire” per poi ucciderlo);
  • Lectine, letteralmente le “zampette” con cui va ad attaccarsi alle pareti della vescica;
  • Una forte capacità di adattarsi a cambiamenti dell’ambiente circostante;
  • Flagelli, delle appendici tramite le quali è in grado di muoversi verso le sostanze nutritive e, al contempo, fuggire da antibiotici e cellule nemiche.

 

Non è finita qui…

 

Quando l’Escherichia Coli si riproduce, si divide in due parti.
Questa divisione provoca il rilascio di tossine: sostanze dannose che aggrediscono le cellule delle pareti delle vie urinarie.

 

Una volta danneggiati i tessuti vescicali, l’Escherichia Coli vi entra in profondità, venendo a contatto con quegli strati più ricchi di sostanze nutritive.

 

E a questo punto perché non richiamare altri Escherichia Coli verso questo paradiso pieno di nutrimento?

 

È proprio quello che accade: sempre più batteri aggrediscono gli strati più profondi della parete vescicale per nutrirsi.

 

Il risultato?
Infiammazione, infiammazione, infiammazione e…cistite!

 

 

 

Escherichia Coli: il rimedio per sconfiggerlo

 

C’è una buona notizia!
L’Escherichia Coli è provvisto di lectine, delle “zampette” per intenderci.
Le zampette dell’Escherichia Coli sono molto sensibili al d-mannosio.

 

Se non sai ancora cos’è il d-mannosio, clicca qui per approfondire.
Se lo conosci già clicca continua a leggere.

 

In presenza di d-mannosio in vescica, quindi, l’Escherichia Coli aderirà ad esso e non avrà la possibilità di agganciarsi alle pareti della vescica e aggredirle.

 

Andando a fare pipì, espellerai d-mannosio e tutti i batteri che vi si sono attaccati.

 

Amica, andrai letteralmente a scaricare nel water il tuo peggior nemico.

 

Forte, no?

 

Bene, ti starai chiedendo dove si trova questo d-mannosio.

 

Eccolo qui: Dimann Puro.

 

Lo abbiamo chiamato così perché al suo interno trovi solo d-mannosio puro al 100% (questa cosa, insieme a una adeguata posologia, è fondamentale perché si possano ottenere risultati).

 

Vuoi approfondire l’argomento e capire meglio come il Dimann Puro possa aiutarti a fare la differenza? Parliamone! Ti basterà contattarmi qui.

 

 

Un abbraccio,

 

 

 

font-firma

 

 

Riassunto:

  • L’Escherichia Coli è la causa dell’80% delle cistiti batteriche.
  • L’Escherichia Coli è un batterio che vive nel nostro intestino e che ha un ruolo fondamentale per la nostra salute.
  • La vescica è un ambiente naturalmente sterile. Quando l’Escherichia Coli arriva in vescica è un ospite nocivo e indesiderato.
  • L’Escherichia Coli è capace di aggredire le pareti della vescica e provocarne l’infiammazione.
  • L’Escherichia Coli ha forti capacità difensive che lo portano, spesso, a sfuggire all’azione di sostanze antibatteriche (come gli antibiotici).
  • Le “zampette” di questo batterio sono sensibili al d-mannosio. Il d-mannosio, di conseguenza, impedirà l’aggressione delle pareti vescicali da parte dell’Escherichia Coli e ne permetterà l’espulsione tramite le urine.

Ricevi GRATIS la grande guida alla cistite, la guida scritta da Lorenza pensata per le donne che soffrono di cistite ricorrente.

close

Stai per ricevere GRATIS la grande guida alla cistite, la guida pensata per le donne che soffrono di cistite ricorrente o cronica. Inserisci i tuoi dati e ricevila subito.